Category Archives: Lavoro Inghilterra

PROGRAMMATORI JAVA CERCASI: Offerta di lavoro a Leeds (55k)

Una grossa azienda nel nord dell’Inghilterra (Leeds) cerca programmatori Java con esperienza.

Stipendio fino a 55k +1k di Relocation + Benefits aziendali (pension, healthcare, dentist, etc).

Se interessati mandatemi la vostra candidatura a leaveitaly (AT) gmail (punto) com

No perditempo, persone pigre e demotivate!

Continue reading PROGRAMMATORI JAVA CERCASI: Offerta di lavoro a Leeds (55k)

Cercare lavoro all’estero dall’Italia

Il mio amico Simone mi chiede:

…è possibile cercare un lavoro a londra mentre si sta lavorando in italia ?
quindi, come fa uno che ha un lavoro, ma vuole spostarsi e cambiarlo, a trovare i colloqui prima di recarsi a londra, così da concentrarli in una settimana di ferie?

Premessa

Partendo dal presupposto che si stia cercando un lavoro qualificato / specialistico è necessario

  1. parlare un inglese fluente, altrimenti non supererete la fase di colloquio iniziale
  2. avere un CV appetibile e un’esperienza significativa

Continue reading Cercare lavoro all’estero dall’Italia

L’esercito del minimum wage – e come abbandonarlo al piu presto!

Ecco un articolo interessante sull’esperienza di lavorare nella ristorazione, pub, caffetterie.

La cosiddetta armata “del minimum wage”.

“Lo stipendio varia abbastanza: se lavori in un ristorante di medie pretese, la paga è all’incirca 1.200 sterline lavorando 50 ore settimanali. Stipendio basso, affitti alti, poco tempo, molta fatica.”

Riporto una frase piuttosto significativa: “Se fai un lavoro che ti permette di guadagnare il minimo da molto tempo, normalmente sei visto come uno dal quoziente intellettivo minimo, senza fantasia o spirito di iniziativa, inadatto ad una posizione migliore.” Continue reading L’esercito del minimum wage – e come abbandonarlo al piu presto!

Lavorare da Pret A Manger

Per chi non lo sapesse la paga minima nel Regno Unito, detta anche minimum wage, è 6.50 £ / hr.

Visto che il settore della ristorazione è preso d’assalto i datori di lavori tendono a pagare il minimo sindacale.